mercoledì 3 aprile 2013

Pizzaaaaaaaaaa!

Mi piace cucinare e, modestia a parte, mi riesce anche bene ma su qualche preparazione faccio dei super disastri... una di queste è la pizza!

Ho provato mille volte con scarsi risultati, se non pessimi... troppo secca, troppo dura, troppo bassa, non lievita. Ho seguito ricette diverse, di tutti i tipi e di tutte le scuole di pensiero ma niente da fare sempre una pizza schifosina...

Qualche mese fa ho preso una confezione di farina manitoba e dietro c'era la ricetta della pizza così ho deciso di provare per l'ultima volta a prepararla e mi era uscita bene, pensavo fosse stato un caso invece l'altro giorno l'ho rifatta ed è stato un successone!!!!! FINALMENTE!! Non potevo farmi battere da una pizza!

PIZZA ALTA

Ingredienti (dose per una teglia 35 x 38): 500 gr di farina manitoba (io ho fatto 250 manitoba 125 kamut e 125 00), 1 bustina di lievito di birra secco (o 1 cubetto di lievito fresco), 4 cucchiai di olio di oliva, 1/2 cucchiaino di zucchero, 1 cucchiaino colmo di sale fino, 250 gr di acqua tiepida.

Procedimento: far sciogliere il lievito in poca acqua tiepida con lo zucchero mescolando bene. Mettere la farina (o le farine) nel robot da cucina con il gancio impastatore, aggiungere il lievito sciolto e azionare il robot a una velocità medio bassa, aggiungere il sale, i cucchiai di olio e la restante acqua, lasciar lavorare l'impasto per una decina di minuti fino a che si raccoglie in una palla e diventa omogeneo.
- Se non avete il robot, fate la fontana di farina in una ciotola capiente, mettete al centro il lievito sciolto, l'olio e il sale e cominciate a impastare, poi aggiungere l'acqua e fatela assorbire continuando a lavorare con le mani, versare l'impasto su una spianatoia infarinata e lavorarlo fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.-
Fare una palla e trasferirla in una ciotola infarinata (meglio se di vetro) coperta con la pellicola trasparente ben sigillata e metterla a lievitare in un luogo caldo fino a che non avrà raddoppiato di volume, almeno 2 ore, non abbiate fretta, preparatela con largo anticipo così avrà tempo di lievitare per bene.

Quando l'impasto sarà bello gonfio stenderlo con le mani su una teglia ben oleata (senza ri-lavorarlo) e allargarlo bene senza creare buchi.
Coprire la teglia con la pellicola e lasciar riposare l'impasto ancora per un'oretta almeno.
Farcire a piacere e cuocere per circa 15-20 minuti in forno già caldo a 200°.

I MIEI TRUCCHI: coprire la ciotola con la pellicola sigillando bene e mettere a riposare l'impasto avvolto in una coperta, così risentirà meno degli sbalzi di temperatura e di possibili correnti d'aria.
Non abbiate fretta di fare i vari passaggi di lievitazione, preparate magari l'impasto subito dopo pranzo così lo potrete lasciar lievitare per bene senza dover proprio contare le 2 ore della prima lievitazione e l'ora per la seconda lievitazione. Coprite con la coperta anche quando la pizza lievita nella teglia così starà bene al caldo.
Quando la condite mettete un velo di passata di pomodoro, non dovrà essere troppo "pesante" e cercate di mettere gli ingredienti con una cottura lunga da subito mentre gli altri, tipo la mozzarella, i formaggi e le insalate solo dopo 10 minuti di cottura per evitare che si brucino.

Be dai vi faccio vedere come è venuta:












Che ne dite? Vi gusta? Io ne ho condita metà con mozzarella e wurstel e metà con radicchio rosso e gorgonzola, squisite!!!!

Ecco ora mi è venuta fame....visto che sono quasi le 11.30 vado a preparare il pranzo!

Kiss

- Kiki -

8 commenti:

  1. Ciao Kiki, ma sei sicura che il segreto sia la farina di manitoba?
    Anche io tempo fa l'ho usata perchè avevo il tuo stesso problema
    poi mi sono perfezionato.... prima usavo il lievito fresco poi ho sperimentato con questo: Lievito secco naturale attivo (lo trovi da natura Si)
    e poi ho iniziato a comprare farine biologiche del Trentino....
    Ti posso garantire che sforno pizze migliori delle pizzerie!
    La manitoba ha lo svantaggio che ti rende la pizza più vicina al pane....
    Ciao!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no no non credo che sia la farina di manitoba il segreto, penso solo sia la proporzione degli ingredienti e la doppia lievitazione poi usare farina di manitoba o meno non credo cambi molto :-) cambierà solo un po' la dose di acqua da usare visto che ci sono farine che ne richiedono di più e altre meno. Sicuramente con lievito naturale e farine biologiche sarà una bomba!!!! Se ti va aspetto la tua ricetta ;-)

      Elimina
  2. Io la faccio sempre nello stesso modo e viene bene usando la farina 00 .. non viene alta, ma nemmeno bassa .. uso 6 grammi di lievito su 500 gr di farina e una lievitazione lunga.. Se ti può interessare..
    http://lemilleunapassione.altervista.org/pizza-con-limpastatrice/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo che mi interessa :-D la proverò sicuramente ;-)

      Elimina
  3. Niente deve abbayyerci! Bravaaaaa
    Ciao siamo nuove iscritte (siamo due sorelle) se ti fa piacere vieni ad unirti ai nostri follower
    A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) bellissimo anche il vostro blog complimenti :-)(mi sono appena iscritta) e benvenute nel mio ;-)

      Elimina
  4. Ho letto la ricetta è uguale a quella che faccio io...a volte ho provato a farla anche solo con la farina di manitoba se il tuo stomaco non ha problemi con il glutine te la consiglio è strepitosa!!!io invece della coperta utilizzo un ciotola di una marca famosa nonso se posso scrivere la marca cmq ha un tappo che la sigilla e lievita molto velocemente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. proverò con solo manitoba ;-) la ciotola della tupper ;-) ne ho sentito parlare davvero bene :-)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...